Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

Cucinare senza fuoco, tante idee per ricette senza fornelli

Cucinare senza usare il fuoco non significa rinunciare a carne, pesce e piatti elaborati per preparare soltanto panini e insalatone. Di ricette da fare senza fornelli ce ne sono una infinità e i metodi di cottura a freddo sono ancora di più, anche se è più corretto specificare che non si possono considerare veri e propri metodi di cottura che sono poi diventati vere e proprie preparazioni.
cucinare-senza-fuoco-tante-idee-per-ricette-senza-fornelli
Cucinare senza usare il fuoco non significa rinunciare a carne, pesce e piatti elaborati per preparare soltanto panini e insalatone. Di ricette da fare senza fornelli ce ne sono una infinità e i metodi di cottura a freddo sono ancora di più, anche se è più corretto specificare che non si possono considerare veri e propri metodi di cottura che sono poi diventati vere e proprie preparazioni. Diciamo che si tratta più che altro di metodi di conservazione alternativi al sotto sale, scoperti prima che in casa si disponesse tutti di un frigo, per via del fatto che il sale era una risorsa preziosissima e difficile da reperire. Questi metodi sono poi stati affinati e resi delle vere e proprie preparazioni, diffuse ora in moltissime ricette della tradizione e non. Così, senza accendere i fornelli (né il forno, non barare), oggi scopri tutte le ricette che puoi preparare senza usare il fuoco, adatte non solo all'estate, ma anche all'inverno!

Marinature, come preparare carni e pesci senza accendere il fuoco

Alcuni la considerano un vero e proprio metodo di cottura, ma non è esattamente di questo che si tratta. La marinatura è un tipo di preparazione composta da un elemento acido, un elemento basico e uno o più aromi. Normalmente questi elementi sono rappresentati dal succo di limone, l'olio extravergine di oliva e il sale e il pepe. Banalmente, per marinare un alimento basta prendere una ciotolina, preparare una emulsione con questi tre elementi e mettere a marinare le fettine di carne o i filetti di pesce, ovvero, immergerli nella salsina appena preparata.
Ora, i tempi sono una cosa importante da tenere in considerazione perché, se hai intenzione di cuocere dopo, la marinatura può durare anche solo una decina di minuti. Se non hai intenzione di stare ai fornelli, i tempi sono un po' più lunghi. In particolare:
  • il pesce sta dai trenta minuti alle due ore. Dipende se si tratta di un pesce intero oppure di tranci e filetti;
  • le verdure stanno al massimo una mezz'oretta, di più non serve;
  • la carne di maiale (che però va sempre, sempre cotta) sta dalle quattro alle sei ore;
  • la carne di pollo (idem con patate come la carne di maiale) sta anche lei dalle quattro alle sei ore;
  • la carne di bovino può stare anche una notte intera a marinare in frigo, ma l'ideale è certamente prenderla fresca dal macellaio la mattina e metterla a marinare cinque ore per mangiarla a pranzo o a cena.

La ceviche

La ceviche è un tipo particolare di marinatura per pesci e frutti di mare, è una ricetta originaria del Perù che prevede succo di lime o di altri agrumi, sale, pepe, abbondanti peperoncino e coriandolo. La ricetta originale veniva servita con mais e patate dolci come condimento e, pensa un po', il liquido della marinatura non venivas buttato via, ma servito come bevanda. Veniva chiamato latte di tigre.

Tartare e carpacci. Quando si cucina senza fuoco, la qualità è la cosa più importante

Preparare tartare e carpacci è il modo più semplice per ovviare al problema dei fornelli. La parola d'ordine è una sola: qualità. Anzi, due: qualità e freschezza. Che siano tonno, salmone, branzino, vitello o manzo, bisogna assicurarsi che si tratti di prodotti di alta qualità e che siano freschissimi e, se si tratta di pesce, che siano stati abbattuti correttamente. Poi, ci si può sbizzarrire con le preparazioni e i condimenti più disparati. Ecco alcune idee per preparare tartare e carpacci in modo facile e veloce.

Ricette con salmone crudo: Ricette senza cucinare con tonno: Ricette con carne di vitello da fare senza fornelli: Idee per cucinare il manzo senza fuoco:

Gazpacho, la crema di futta e verdura per cui non servono i fornelli

Il gazpacho è una ricetta tipica spagnola. Si tratta di una zuppa fredda, molto apprezzata d'estate, soprattutto in zone calde come l'Andalusia e, per questo, chiamato anche gazpacho andaluso.

La ricetta tipica della tradizione spagnola prevede come ingredienti: pomodori, peperoni rossi e verdi, cetrioli, cipolla, aglio e pane raffermo; ma si possono provare gazpachos di ogni tipo, come il gazpacho verde con cetrioli, zucchine e sedano o quello con avocado e menta. Se, invece, preferisci sapori più dolci e zuccherini, puoi provare il gazpacho ananas e zenzero o quello di anguria abbinato a malloreddus freddi. Se ti piace gustarlo in abbinamento a secondi di pesce, devi assolutamente cimentarti in quello di rapa rossa in agrodolce con scampi crudi, oppure quello ubriaco al cointreau con tentacoli di polpo.

Preparare dolci senza cucinare

Sembra impossibile anche solo pensarlo, di poter cucinare un dolce senza usare un forno, ma trovi tantissime ricette che puoi rifare facilmente a casa. Dalla cheesecake al semifreddo, passando persino per il soufflé.

Ricetta del semifreddo allo yogurt greco con granella di pistacchi e muesli

Per preparare questo dolce senza usare i fornelli ti serviranno:
  • 6 rossi d'uovo
  • 160 g di zucchero al velo
  • 220 ml di panna fresca da cucina
  • 500 ml di yogurt greco cremoso
  • 3 cucchiai di granella di pistacchi
  • 2 cucchiai di muesli croccante al cioccolato
Il procedimento per il semifreddo allo yogurt:
  1. Monta le uova con lo zucchero a velo.
  2. A parte, monta la panna e incorporala allo yogurt.
  3. Incorpora anche le uova montate e poi lascia riposare il freezer per una notte.
  4. Prima di servire, togli la crema dal freezer e lasciala riposare per una mezz'oretta, per poi aggiungere la granella di pistacchi e il muesli al cioccolato.
Ricetta del soufflé freddo al sapore di limone:

Ingredienti necessari:
  • 6 uova
  • 10 cucchiai di zucchero di canna
  • 5 limoni
  • mezzo l di panna fresca da cucina
Procedimento per il soufflé al limone:
  1. Separa i tuorli dagli albumi e monta gli uni e gli altri in due ciotole diverse.
  2. Aggiungi il succo di 5 limoni ai tuorli montati e grattugia dentro al composto la buccia di un limone (non trattato).
  3. Monta anche la panna da cucina e incorporala agli albumi montati.
  4. Incorpora anche i tuorli con il limone e mescola bene per poi trasferire il composto il un bicchierino di alluminio.
  5. Puoi conservarli in freezer e servirli quando vuoi. Ti basta togliere dal freezer il soufflé con una mezz'ora di anticipo sul servizio!
SCOPRIRE CON SAPORIE